È il portavoce di José Luis Cuevas per la generazione della pausa


José Luis Cuevas era un artista di plastica, disegnatore e pilastro della generazione della rottura nato nel febbraio del 1931, suo nonno era amministratore della fabbrica di carta e matita Eagle Pen posizionato al centro del CD MX .



Le grotte hanno sempre scelto di tagliare l'età per 3 anni, morendo all'età di 86 anni a causa del cancro, anche se gli sarebbe piaciuto dire che era a 83 anni.



Nell'anno Nel 2016 ha inaugurato la mostra The Colour of Love, nel suo museo intitolato a José Luis Cuevas, dove ha consegnato durante l'inaugurazione "Quando verrà la fine voglio essere il mio lavoro".



Per molte personalità nel campo del cultura e arte, Cuevas fu una figura centrale dell'arte messicana nella seconda fase del ventesimo secolo.



Le grotte come tutti gli artisti avevano una personalità molto particolare, amava essere intervistato in un letto rosso che aveva una cattedrale nella camera da letto di un vescovo nella sua casa a San Angel.



L'ora l'artista deceduto sosteneva di aver battezzato la Zona Rosa, dove tra le strade di Genova e Londra l'anno 1967 realizzerebbe "l'effimero murale" di 307 metri.



Cuevas voleva avere una posizione nella politica del Messico e in l'anno del 1971 fu lanciato come deputato federale indipendente per il primo distretto.



Nel 1981 ha vinto il Premio Nazionale per la Scienza e arti nello stesso anno espone il suo proprio sperma incapsulato e un elettrocardiogramma presi mentre si fa sesso, erano parte di una mostra.



Cuevas, con il sostegno di sua moglie Berta è stata presa per quasi 3 decenni una fotografia al giorno per registrare il loro invecchiamento, ma quando la moglie è morta nel 2000 questa attività è stata completata.



ha sposato 38 volte con la sua moglie Bertha in diversi riti e ha un'immagine nel CDMX museo delle cere.



La sua prima mostra personale è stata alla galleria La Prisse, fondata da Alberto Gironella e Vlady.



Questo è José Luis Cuevas, un artista in tutte le espressioni della parola.

Powered by Blogger.