Ritorno al giorno di Gabriela Mistral


Con il pretesto del 25 maggio, è stata la giornata di Gabriela Mistral; Questo importante poeta e educatore cileno, venuto in Messico per collaborare alla riforma dell'istruzione avviata da José Vasconcelos e fondatore della scuola che oggi porta il suo nome e collaborato alla creazione di numerose biblioteche pubbliche, oltre a scrivere poesie per bambini ( Giri per bambini, 1923 ) e testi didattici come Letture per donne, 1924. Ci siamo assunti il ​​compito di ricordare e compilare alcune delle loro frasi migliori:




  • "Ci sono baci che pronunciano da soli la frase dell'amore condannato, ci sono baci che vengono dati con lo sguardo ci sono baci che si verificano con il ricordo." - Frammento




  • "Se ti odiavo, il mio odio ti avrebbe dato parole, clamoroso e sicuro; Ma io ti amo e il mio amore non si fida di questo discorso di uomini, così buio! "- Frammento L'amore che tace.




  • " Non voglio la mia ragazza Fai la sua principessa. Con le scarpe d'oro, come giochi nelle praterie? E quando arriva la notte al mio fianco, lei non va a letto... Non voglio che la mia ragazza diventi una principessa."- Frammento




  • " È la notte indifesa delle montagne verso il mare. Ma io, colui che ti colpisce, non ho la solitudine! "- Frammento Non ho solitudine.




  • " Ti guardo, ti guardo senza stancarmi di guardare, e Che bambino carino vedo i tuoi occhi che colpiscono... "- Frammento




  • " Conta, conta le finestre e le porte della casa; disegno di legge, si chiede se si può dire... "- frammento



Un fatto curioso di Gabriela Mistral, indossa uno pseudonimo letterario: Lucila Godoy Alcayaga, nato nel 1889 e morto nel 1957. Ora sai qualcosa di più su questa grande donna che è stata fonte d'ispirazione e sicuramente l'hai sentita senza sapere chi fosse.

Powered by Blogger.