"Non credo nella psicologia&quot


L'altro giorno mi sono trovato in una situazione in cui una persona che conosco ha detto "Non credo davvero nella psicologia". A quel tempo non ho prestato attenzione al commento, non pensavo che fosse un'idea comune, tuttavia, sono passati alcuni giorni e mi sono reso conto che molte persone "non credono" in psicologia. Vorrei che questa colonna parlasse di come non puoi "non credere" in psicologia, è una scienza, in cui il metodo scientifico viene applicato nella ricerca relativa al comportamento umano.



La psicologia è lo studio scientifico del comportamento e delle esperienze, di come gli esseri umani si sentono, pensano, imparano e si conoscono per adattarsi all'ambiente. I primi a scrivere sulla psicologia in quanto tale erano Platone e Aristotele. Si sono chiesti cose come: le persone nate con certe abilità più sviluppate di altre? o Com'è che l'individuo viene a conoscenza del mondo che lo circonda? Molti filosofi hanno dato importanti contributi alla psicologia, da Cartesio con la sua proposta di comprendere il funzionamento della mente, agli empirici britannici Hobbes e Locke che sottolineano l'importanza dei sensi nell'acquisire la conoscenza. E sì, i contributi teorici sono importanti al momento dello sviluppo di una scienza, ma ho detto loro che hanno svolto anche ricerche basate sul metodo scientifico. Beh in effetti, il primo laboratorio di psicologia sperimentale è stata fondata nel 1879 (relativamente recente), nella città di Lipsia, in Germania da un fisiologo di nome Wilhelm Wundt. Un altro psicologo, Johannes Müller, ha cercato di mettere in relazione le attività esperienza sensoriale (freddo, eh?) Del sistema nervoso.



Non voglio estendere molto, ma è molto difficile riassumere quello che ho visto in tre soggetti durante il mio primo semestre di gara in un articolo che, siamo onesti, se è più lungo di una pagina, inizia a essere pigro per leggerlo. Quindi gli ultimi accademici di cui parlerò sono quelli che hanno contribuito alla cura dei malati di mente, ecco che arriva il più famoso, Sigmund Freud, padre della psicoanalisi (la teoria che dice che a 6 anni vuoi uccidere tuo padre perché sei innamorato di tua mamma?, Sì, così semplice). Il grande contributo di Freud fu il suo metodo di ricerca e trattamento perché consentiva ad altri individui come Skinner (padre del comportamentismo) o Ellis (padre della terapia TREC) di sfondare per proporre metodi diversi in base alle esigenze del cliente o del paziente.



La realtà è che ho ancora tanta strada da fare, non ho ancora chiarezza sul perché la psicologia possa essere classificata come una religione in modo che la gente "non ci creda". Quello che posso fare come studente di questa disciplina con tre anni di esperienza nel campo del lavoro, è cercare di rompere con quel paradigma. Nonostante ci siano truffatori e frodi come in ogni carriera, ci sono persone in formazione accademica da più di 8 o 10 anni per fornire la cura di una sessione psicoterapeutica.



Roberto Niño de Rivera

Powered by Blogger.