Sorridi è gratis


Non sono stato più produttivo di quando sono triste, scoraggiato o piatto, depresso. Ho sempre tempo per pensare al mio lavoro e come contribuire con idee che ci aiutino a raggiungere nuovi traguardi. Penso sempre ai miei orecchini e ai sogni che voglio raggiungere, e la verità è che preferisco avere la mente immersa in quelle cose, che ho il controllo, nei problemi che ho dato un milione di giri per darmi finalmente Ho pensato che ho fatto tutto ciò che era alla mia portata e non ho ottenuto nulla. Sebbene queste fasi portino sempre i loro frutti, non sono mai abbastanza per colmare il divario.



La bici con cui mi trasferisco al lavoro era in panne per non averla portata in 6 mesi al suo servizio di manutenzione. La catena si è bloccata nei cambiamenti anteriori mentre stavo attraversando la foresta di Chapultepec in cerca di desestres, ma ho appena ottenuto il contrario. Per mia sfortuna, dopo che la catena si è bloccata, ha iniziato a piovere. Mi ci sono voluti circa trenta minuti per lasciare la foresta un'ora e mezza per tornare a casa a piedi. Il giorno dopo ho deciso di riparare la moto e lo è stato, ma non era come dovrebbe essere e sono stato avvisato sin dall'inizio:



"Questi cambiamenti sono interrotti", ha detto il mio capo meccanico. Ti prenderanno per un po ', ma non saranno più in grado di arrampicarsi a tutte le velocità. Vi consiglio di cambiare il pezzo e di acquistare un nuovo movimento centrale.



«Quello che mi mancava, più spese»



- Grazie, lo porterò presto.



Non avevo percorso 3 chilometri, quando ho iniziato a sentire che la moto iniziava a pesare sempre di più, quindi ho guardato la gomma posteriore e ho scoperto che era stata eliminata e si trovava ancora a 4,5 chilometri dal ufficio. Era l'ultima goccia.



Ho legato la bicicletta su Avenida Reforma (sapendo che è uno dei posti dove vengono rubate più biciclette) e sono andato a lavorare sapendo che con la mia fortuna non l'avrei mai più rivisto. Non avevo affatto umorismo, ma ho cercato di distrarmi cercando una persona più infelice di me e ho pensato che non sarebbe stato difficile trovarne una nell'enorme Città del Messico, ma la cosa interessante era che le persone che ho incontrato per strada non Erano fastidiosi e infastiditi dal mondo, e non sembravano neanche indifferenti, ma sembravano divertirsi molto e molti avevano un sorriso disegnato sui loro volti.



Mi sono imbattuto in coppie sedute su panchine di cemento, Si guardarono profondamente negli occhi e sorrisero stupidamente. "Certo", pensai, "è facile sorridere quando sei innamorato". Più tardi ho incontrato una persona anziana con un sorriso gigantesco su quella che sembrava una passeggiata mattutina di Reforma. "Non è difficile sorridere quando non hai più le responsabilità di una famiglia e ora hai tutto il tempo del mondo per te e per i tuoi progetti"



Ho fatto coppia con un gruppo di impiegati che camminavano in fretta con la speranza di ascoltali lamentarsi del traffico, dell'inquinamento o di qualsiasi cosa in questa città maledetta, ma in realtà sembra che abbiano una conversazione del più normale che è successo tra risate e giochi Godinez. Alla fine sono riuscito ad arrivare a una fermata dell'autobus, dove ho preso il camion che mi avrebbe lasciato a un isolato dal lavoro. Sicuramente c'era qualcuno con una corsa peggiore della mia.



Persone camion era inespressivo. Né felice né turbato. Ho trovato un bambino in braccio a sua madre non mi vuole molto a posare i suoi occhi curiosi su di me. In primo luogo ho guardato di lato e rapidamente eluso il suo sguardo. "Non prendere per iniziare a piangere e mettere più di un cattivo" ha deciso che non sarebbe guardare, ma i suoi occhi erano penetranti, in modo da dare un'occhiata. Quando abbiamo attraversato guarda di nuovo, un enorme sorriso apparve sulla sua piccola faccia. Un sorriso che quasi si illuminò e illuminò l'intero autobus. Ho subito restituito il mio sguardo a nulla, ma con la coda dell'occhio, ho sentito la sua risata scomparire in faccia e fu sostituito da uno sguardo curioso. Ho subito restituito il suo sguardo e ancora una volta sorrise. Ho girato la testa all'indietro e ho notato come il sorriso è scomparso. Lo guardai di nuovo e sorrisi di nuovo. Questa volta ero io che non riuscivo a contenere un sorriso e ripetevo l'azione. L'abbiamo suonato a lungo e mi sono fermato finché non ho notato che altre persone sorridevano vedendomi muovere la testa come un matto verso il bambino e verso il nulla ancora e ancora. Mi resi conto che il bambino e io avevamo un po 'di sorriso, che nel tenero sembrava, ma sicuro in me era la risata di un imbecille. Non ho riso e ho deciso di trasferirmi dal luogo. Pochi metri dopo sono arrivato a destinazione e sono sceso dall'autobus, ma non prima di guardare di nuovo il bambino per rendermi conto che stava di nuovo sorridendo.



Per tutto quel giorno ho avuto un enorme sorriso sulla mia faccia.



Quel giorno sarei potuto arrivare sulla mia bici al lavoro e non mi sarei mai divertito tanto quanto quello con quel bambino in quel momento. Non avrei mai dipinto un sorriso sulla sua faccia e sui volti delle persone che ci guardavano suonare.



Quello che mi ha colpito la bicicletta quel giorno è stata una benedizione o una maledizione? Penso che tutto dipenda dal vetro che guardi.

Powered by Blogger.